Preventivo prestito liquidità

76

Indice dei contenuti

Grazie a un preventivo prestito liquidità è possibile sapere in maniera istantanea la convenienza di un finanziamento. Sul mercato del credito esistono vari tipi di prodotti, ma il prestito liquidità, altrimenti noto come prestito personale, è il più semplice e immediato, che permette di realizzare qualsiasi progetto ed è potenzialmente accessibile a qualsivoglia categoria di lavoratore. In questa guida spiegheremo come trovare il miglior finanziamento partendo dall’analisi dei preventivi prestiti liquidità, che vengono proposti on line da istituti di credito e società finanziarie, senza bisogno necessariamente di recarsi in filiale.

Prestito personale e prestito finalizzato: le differenze

Il prestito liquidità si distingue per una caratteristica peculiare rispetto al prestito finalizzato, che è l’altra tipologia di finanziamento più comune del mercato del credito: essendo a carattere personale,

il prestito liquidità non necessita di alcun giustificativo di spesa, il denaro può essere utilizzato liberamente per qualsiasi scopo senza doverne rendere conto. Inoltre al contrario del prestito finalizzato non si è “costretti” a sottoscrivere la rateizzazione del pagamento con la finanziaria con cui è in accordo il rivenditore di un dato bene e/o servizio, ma si può scegliere liberamente tra gli enti di credito presenti sul mercato.

Come risparmiare: il preventivo prestito liquidità

Come scegliere l’offerta di prestito che fa maggiormente al nostro caso? La maniera migliore di agire è attuare un confronto tra preventivi, in modo da poter controllare la convenienza di alcune voci di costo che incidono sull’ammortamento del debito. Rispetto a un tempo

non è necessario recarsi personalmente in ogni singolo istituto di credito o società finanziare, si può far rilasciare un preventivo gratuito e senza impegno on line, andando sul sito ufficiale del singolo ente finanziario, compilando i campi richiesti con i dati personali e di contatto, l’importo desiderato e il numero di rate mensili.

Molti di questi siti propongono anche dei simulatori di prestito, dove in tempo reale uno può sapere l’importo della rata mensile con i tassi di interesse applicati inserendo sempre la somma desiderata e il piano di rimborso in mesi.

Confrontare i preventivi con i comparatori

Esiste un’altra modalità per effettuare il confronto tra preventivi prestiti liquidità, ed è utilizzare determinati portali web specializzati: questi siti sono comunemente noti

con il nome di comparatori, strumenti che permettono di consultare istantaneamente le migliori offerte di prestito del momento, mettendo a paragone le condizioni finanziarie applicate.

Questi strumenti sono utili poiché molte finanziarie propongono spesso offerte e promozioni dalla durata temporale limitata per l’accesso, per cui è essenziale cogliere l’attimo propizio.

Confronto prestiti: quali parametri osservare?

Abbiamo spiegato più o meno quali strumenti utilizzare per ottenere rapidamente un confronto preventivi prestiti liquidità, che ci permette di capire il costo medio di un finanziamento e trovare le migliori offerte del momento. Ma quali sono i parametri da valutare? Dal punto di vista dei costi segnaliamo le voci più importanti, ovvero:

  • TAN
  • TAEG
  • Assicurazione
  • Opzioni di flessibilità

Alcune di queste voci di spesa sono obbligatorie, altre facoltative, tutte importanti per capire la convenienza di una proposta finanziaria. Ci sono poi altri parametri più legati a specifiche esigenze (prossimità geografica delle filiali, qualità del servizio clienti, ecc.) che proprio per la loro singolarità non teniamo presente in questa sede.

Il TAN, per una rata più bassa

Il TAN è la prima voce di spesa a cui badiamo quando analizziamo il foglio illustrativo di un finanziamento: si tratta del Tasso Annuo Nominale, ovvero il

valore percentuale che indica gli interessi che verranno applicati sul capitale erogato. Poiché la rata mensile di ammortamento è composta da una quota capitale e una quota interessi, più il TAN è basso maggiori sono i vantaggi per il beneficiario del prestito.

Tuttavia non bisogna lasciarsi ingannare: per risparmiare davvero su un prestito liquidità è un altro il dato che va osservato nel preventivo fornito.

Il TAEG con tutte le spese accessorie

Questo dato è il TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale, ossia il valore percentuale che indica tutte le spese correlate al finanziamento: oltre ai meri interessi sul capitale ingloba al suo interno

  • Spese di apertura e chiusura pratica
  • Spese di incasso e gestione rata
  • Spese di istruttoria
  • Commissioni per comunicazioni periodiche
  • Imposte di bollo
  • Oneri aggiuntivi eventuali di varia natura

Se il dato del TAEG è basso allora il prestito liquidità è davvero vantaggioso: ma se ad esempio supponiamo un preventivo con un TAN fisso basso e un TAEG più elevato della media, vuol dire che il finanziamento ci costerà di più, facendo salire l’importo della rata mensile di ammortamento.

Il costo dell’assicurazione

Sono oramai sempre meno le offerte di prestito personale che conteggiano l’assicurazione nel TAEG, risultando quindi una voce a parte. Questa polizza assicurativa, ad eccezione per alcune categorie come i pensionati oppure i cattivi pagatori, in genere si presenta come facoltativa, tuttavia può risultare egualmente importante, giacché

tutela non solo la banca o finanziaria, ma anche il debitore e i suoi eredi, intervenendo in caso di impossibilità a proseguire il rimborso del prestito per eventi connessi al rischio vita e alla perdita di impiego non volontaria.

L’assicurazione incide molto sul costo di un prestito personale, alcuni osservatori calcolano finanche al 5 per cento della spesa complessiva: per risparmiare si può valutare se possibile di rivolgersi ad altre compagnie che non siano quelle proposte dall’ente di credito con cui sottoscriviamo il finanziamento, scegliendo la più conveniente nel rapporto qualità-prezzo attraverso il confronto preventivi.

Opzioni di flessibilità

Nel valutare la proposta di finanziamento potrebbe essere utile analizzare la presenza di eventuali opzioni di flessibilità, che permettono di personalizzare al massimo l’ammortamento del debito. Difficile offrire una casistica esatta di queste opzioni di flessibilità, che variano a seconda dell’istituto che li propone, ma generalmente esse prevedono una o più di queste possibilità a fronte di un pagamento puntuale delle rate di rimborso:

  • Saltare una rata
  • Cambiare importo rata
  • Modificare durata piano di ammortamento
  • Estinzione anticipata senza penali
  • Rinnovo del prestito prima della scadenza

Risparmiare con il prestito on line

Perché un prestito on line è più conveniente? Innanzitutto l’iter dell’istruzione della domanda di finanziamento è molto più rapido, sia che si svolga interamente via web, sia che alcuni passaggi (come la consegna dei documenti) prevedano la presenza fisica in agenzia. Questo comporta

una diminuzione o un azzeramento di molte voci di spesa connesse al finanziamento, il che vuol dire che un prestito personale liquidità on line avrà un TAEG più basso rispetto a un prodotto omologo richiesto in filiale, con un risparmio economico significativo.

I requisiti di accesso

Una volta che abbiamo trovato la società finanziaria con la proposta di prestito liquidità più adatta alle nostre possibilità, toccherà all’ente verificare se abbiamo i requisiti fondamentali per accedere al credito. Questi requisiti prevedono

  • Sostenibilità dell’ammortamento, ossia la capacità di far fronte al rimborso in maniera puntuale sulla scorta di un reddito fisso e/o dimostrabile
  • Affidabilità finanziaria, per cui il nominativo del richiedente compare nelle banche dati consultate dalle finanziarie senza alcuna segnalazione negativa circa ritardi e/o mancati pagamenti in finanziamenti precedenti

I documenti da presentare

Coloro che vogliono richiedere un prestito liquidità devono presentare in sede di istruzione pratica i seguenti documenti, che consigliamo di recare da subito con sé per risparmiare tempo ulteriormente:

  • Carta di identità
  • Codice fiscale (o tessera sanitaria)
  • Documento di reddito (ultime buste paga, dichiarazione redditi, cedolino pensione)

A volte possono essere richiesti documenti aggiuntivi come bollette intestate o altre garanzie per i casi finanziariamente più complessi.

Consigli per ottenere il prestito più facilmente

A volte riceviamo un rifiuto alla domanda di prestito personale quando basterebbe curare pochi, decisivi dettagli. Ad esempio gli esperti suggeriscono di allungare la durata richiesta per il piano di ammortamento, in modo da avere una rata mensile più sostenibile, meglio pertanto sfruttare al massimo le possibilità di dilatazione temporale concesse, che generalmente arrivano fino a 120 mesi, ovvero 10 anni. Non disdegnate poi

di ricorrere a un garante ove mai fosse evidente una certa precarietà dei propri requisiti di reddito oppure di affidabilità finanziaria, in modo da poter ottenere più facilmente il via libera. L’importante è che il garante sia solido ed affidabile.

La cessione del quinto per dipendenti e pensionati

Una particolare tipologia di prestito per ottenere liquidità è la cessione del quinto, un finanziamento riservato a lavoratori dipendenti e pensionati che possono avere senza difficoltà il via libera all’erogazione del denaro. Questo perché

l’ammortamento del debito avviene mediante una trattenuta diretta della rata mensile dalla busta paga o dall’assegno previdenziale, per un importo massimo che non può superare il 20 per cento del reddito percepito, appunto un quinto del totale.

Prestito tra privati via web

Segnaliamo in ultimo un metodo alternativo per ottenere liquidità senza doversi rivolgere a istituti di credito e società finanziarie: parliamo del social lending, ovvero piattaforme web specializzate e autorizzate dalla Banca d’Italia che consentono prestiti tra privati on line. Queste piattaforme

permettono l’incontro tra domanda e offerta, ed offrono garanzie sia per l’erogazione che per il rimborso come gli enti di credito più tradizionali. La novità è che il risparmio è ancora più vantaggioso, i tassi sono minimi, ma per essere finanziati è necessario ottenere un buon punteggio, definito rating, che è dato come sempre da sostenibilità economica e affidabilità finanziaria.

Conclusioni

Come abbiamo visto vi sono molti modi per ottenere un preventivo prestito liquidità da confrontare e analizzare attraverso le sue principali voci di costo: grazie ai suggerimenti degli esperti che vi abbiamo riportato in questa guida da consultare passo dopo passo potrete trovare numerosi modi per risparmiare sul costo finale del finanziamento, scegliendo l’opportunità migliore sulla scorta delle proprie esigenze e possibilità. Chi ha bisogno di denaro urgentemente può trovare diversi canali di sfruttamento, ed anche chi ha maggiori difficoltà di accesso può avere degli spazi di manovra attraverso un garante oppure richiedendo una cessione del quinto, avendone i requisiti.